Cadute creativitá e un vento di cambiamento

Cadute creativitá e un vento di cambiamento

Cadute creativitá e un vento di cambiamento
Tutte hanno avuto il proprio giorno. Ciascuna potrá fare quello che desidera. La primavera con il suo vento di cambiamento e arrivata in anticipo in un novembre veloce e proiettato verso l’inverno.
Questo vento mi piace aiuta la contaminazione tra di noi, come un polline che vola da un fiore all’altro e crea inattesi innesti di idee con straordinarie varianti. Le pareti del condomiio mi sembrano gia meno grigie.
Io ho un giorno, tutto per me, e ho anche una stanza tutta per me. Posso lasciare aperto un libro senza che nessuno lo rimetta al suo posto, appendo sul muro gli appunti o un post-it giallo per tenere viva un’idea davanti al mio sguardo. Scrivo nel silenzio e nella creativitá dello spazio liquido che si adatta ai miei pensieri. Si, avere una stanza tutta per sé e alla base di qualsiasi crescita (Virginia Wolf l’ha detto circa 90 anni fa), lo spazio ti accoglie e si fá per te strumento flessibile per ció che vuoi.
Quindi apro le finestre in questo novembre frizzante come un marzo allegro e spensierato, per farmi attraversare da questo vento ricco di polline e semi da piantare, e quindi scrivo, di tutto: del vento e del cambiamento dell’imperfezione che rende speciale la perfezione.
Allungo lo sguardo come mia abtudine e mi coinvolgo con l’orizzonte. Una nuova creativitá ferve al condominio. Il gioco ad incastro ha prodotto una attivitá frenetica ma divertente e anche se non sono interessata ai loro impegni, mi divertono e prendo spunto dal loro correre, affaccendarsi organizzare, preparare attivitá diverse ma che hanno uno scopo comune: essere felici e divertite. Ognuna lo é a suo modo e stanno, stiamo trovando un modo creativo di collaborare.
Osservo con sorpresa questo cambiamento in particolare nella CapoCondomina che é ruscita a dare un buon impulso. Il limbo le ha fatto bene, cadere fa sempre bene, specie quando ci facciamo male. Vale molto piú di cento lezioni. Cadere e rialzarsi. Si impara a cadere e ci si allena a rialzarsi … sempre meglio. I viali in novembre sono coperti di foglie dal giallo al rosso-dorato: sono cadute per far spazio al nuovo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *