Guardando alla vita divertita e divertendomi

Guardando alla vita divertita e divertendomi

Guardando alla vita divertita e divertendomi
L’altro giorno mentre mi divertivo a girare per la cittá in cerca di angoli da fotografare ascoltavo le persone attorno a me, che sostavano perché attendevano qualcuno o passavano di fretta o passeggiavano chiacchierando o arrivava uno scorcio di telefonata. É stato inevitabile ascoltare i loro dialoghi. Da principio erano solo parole che avevano un senso ma non li collegavo. Dopo la quinta folata di parole ho iniziato ad ascoltare, tutte qUeste chiacchierre nel vento avevano una parola comne : stressata, stessato, stressati. Di qualsiasi argomento stessero parlando condivano e legavano con questa parola, che non é di congiunzione, discorsi di vita. Ma alla parola stressato/a/i ecco tutto si faceva piu teso. Certo il discorso continuava ma ad osservare bene, la casistica racconta una storia. La gente é stressata. Ma perhe mi chiedo?? L’aspetto incongruente é stato vedere persone che passegiavano – apparentemente tranquille – ma non per niente tranqille per niente gioiose, per niente arrabbiate, per niente addolorate per niente diverite solo S-T-R-E-S-S-A-T-E-. Secondo me perdono pezzi lungo strada dimenticano il vero motivo e allora dicono che sono stressate per esprimere come stanno. Se sono arrabbiata sono arrabiata, non c’é nulla da fare si vede quando non tiro fuori la mia rabbia, e se sono molto felice non posso a fare a meno di fare salti gioia. Figuriamoci se sono triste: la mia faccia si capisce lontana un chilometro. Stressata é una parola grigia che imbroglia le carte e quindi uno non sa come sta effettivamente. L’altro giorno ne parlavo con i miei amici e alcuni erano d’accordo con me altri dicevano che ci si atteggia ad essere stressati perche fa figo-sono-uno-che-fa-mille-cose e altri amici hanno detto che io ho sempre la cartina colorata sugli occhi. Quale cartina colorata ho chiesto – e loro mi hanno detto che ho una visione positiva della vita. Quale altra visione dovremmo avere? Si quella – hanno risposto – ma non tutti riescono a vederla cosi. Ho detto che la visione positiva ci permette di diverirci e fare quelo che si vuole e non costringerci nello stress catatonico e inattivo. Ricordando il periodo che sono stata nel limbo a causa della CapoCondomina non ero stresssata ero triste, malinconica, arrabbiata, furibonda ma non stressata. Quando non trovo i vestiti che mi piacciono sono delusa e quando ascolto i tg sono disgustata, se litigo con un amica sono scocciata e delusa ma non stressata. Alla fine della serata i miei amici hanno dichiarata bandita la parola stress, come nel gioco di tabú connl’impegno di usare parole piu árispondenti allo stato d’animo che si vive. Chi usa la parola, pagherá da bere

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *