Non ne posso piú faccio la valigia

Non ne posso piú faccio la valigia
Visto che nulla cambia, visto che la CapoCondomina é un pezzo di ferro, dura come una pietra che niente e nulla la scalfisce, l’unica cosa che posso fare é andare via da questo Condominio. Si non ho un posto dove andare, ma qualcosa troveró, qui non é vita. Qui nessuno vive, solo lei, noi dobbiamo respirare la sua vita e nient’altro.
Quindi ho deciso di lasciare il Condominio: me-ne-vado!
Domani l’affronto e gielo dico. Non perché mi serva il suo permesso.
Sto pensando se stare in questa cittá o se allontanarmi da tutto e da tutti, tanto qui nessuno si occupa di me, e potró finalemente fare le esperienze che la carogna mi ha sempre impedito di fare.
Per esemprio pote andare in una di quelle isole dove c’é sempre solo l’estate, mare e drink ghiacciati. Sarebbe una vita da Re. Li potrei imparare a fare la cercatrice di perle, oppure potrei leggere il futuro ai turisti. Oppure pensare ai fatti miei, e per mangiare e dormire arrangiarmi come artista di strada. Quando vado in centro ci sono tanti artisti con il cappello sempre pieno di monete. Potrei cantare le filastrocche ai bambini o le bugie ai grandi, quelle piacciono sempre. Oppure fare le treccine africane ia turisti.
So giá cosa mi dirá la CapoCondomina – tu sei una fallita, non combinerai mai niente nella vita, sei una bambina capricciosa etc – e io le risponderó – non mi importa niente di quello che dici e niente mi tratterrá qui. Questa é la mia vita non la tua. E lei mi dirá – tu non te ne puoi andare via cosi, ci sono degli obblighi, delle regole da rispettare – …
Quindi apriró la porta e me ne andró per sempre. La mia vita inizierá da quel momento, non vedo l’ora!
Dovrei mandarle un messaggio per farsi trovare, altrimenti lei rimanda come suo solito!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *