Un rifugio accogliente per le differenze

Un rifugio accogliente per le differenze

Un rifugio accogliente per le differenze
Ci sono giorni in ci ho bisogno di isolarmi. Chiudere tutto il resto del mondo fuori e guardare dove sono. Ho bisogno di stare lontana da giornali, libri dalle attivitá quotidiane dal cucinare, lontana dal cellulare e dal computer dall’osservare dall’ascoltare dai mezzi di trasporto e dalle file al supermercato, ho bisogno di stare lontana dai video dai social network dallo shopping. Sento l’esigenza di stare totalmente isolata da un infinitá di input che quotidianamante arrivano, stare lontana dal fare, stare sola. Allora quando questo accade mi faccio un bel regalo sto tutto il giorno in casa sola nella mia camera e lascio che il tempo scorra senza fatica senza orologio senza attese o impegni. E in questa condizione ottimale lascio che i pensieri turbinosi fluiscano agevolati dalla pioggia o da sole, dal vento che soffia forte. In quella giornata di lontananza arriva quel silenzio attivo e ricettivo che porta parole fresche di ragionamento, pulite dalla patina di atti e abitudini mentali, comportamenti schematici. Allora le parole diventano chiare restituendomi il pensiero nella sua luciditá e purezza. Questo rifugio accogliente é un luogo personale attraverso il quale sperimento sbaglio provo e riprovo. Spesso questo momento dalle altre condomine non viene compreso e erroneamente percepito come un non voler condividere o peggio non voler essere parte del condominio. É l’accettazione delle differenze che permette lunghe relazioni. Tuttavia questo aspetto non viene minimamente preso in considerazione e, senza comprenderlo, é il punto di maggior rottura nelle relazioni, di qualsiasi genere. Il piú delle volte le differenze sono vissute come ostacoli da modificare se non addirittura da eliminare, perdendo risorse spesso inestimabili delle persone, arrivando all’appiattimento della propria personalitá a vantaggio di una relazione che andra nel tempo inevitabilmete a deteriorarsi. Proprio partendo da questa solida base: il rispetto, l’accoglienza delle differenze e diverisitá le relazioni avranno un futuro e pensando alla Nostra relazione, il condominio potra andare avanti e avere un’armonica vita da vivere insieme se saremo capaci di accogliere le nostre diversitá

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *